Home » Come conservare i succhi freschi

Come conservare i succhi freschi

I succhi di frutta e verdura realizzati con le centrifughe, gli estrattori di succo e i frullatori devono essere consumati entro 5 – 10 minuti perchè a contatto con l’aria iniziano ad oscurirsi, o per meglio dire “si ossidano” e perdono parte delle loro sostanze nutritive. Ad esempio le spremute di agrumi dopo dieci minuti perdono circa il 50% della vitamina C.

I succhi realizzati con gli estrattori, al contrario, possono essere conservati in frigorifero per un tempo maggiore, conservando intatte le loro proprietà nutritive. Questo accade perchè l’estrattore di succo a freddo lavora ad una velocità molto bassa ed evita di surriscaldare gli alimenti, inoltre non li trita ma semplicemente li pressa eliminando le scorie.

I succhi estratti possono essere tranquillamente preparati il giorno prima, riposti in frigo e messi nello zainetto dei bambini per la merenda, oppure portati a lavoro per consumarli durante la pausa o bevuti in palestra dopo un allenamento.

Utilizzare dei contenitori sottovuoto

Come conservare i succhi freschi lavorati con l'estrattore,contenitori sottovuotoCome abbiamo precedentemente evidenziato il peggiore nemico dei succhi di frutta e di verdura è l’aria, dunque per poterli conservare bisogna eliminarla. Il migliore sistema in commercio è quello che permette di mettere gli alimenti “sottovuoto”. Per fare ciò occorre acquistare dei barattoli sottovuoto e la macchina sigillatrice.

Vi chiederete come funziona questo dispositivo, ebbene il contenitore ha un coperchio dotato di una particolare valvola che viene collegata alla pompa tramite un tubicino il quale, una volta azionato il motore, aspirerà l’aria contenuta all’interno e lo sigillerà ermeticamente. Fatto ciò potrai mettere i tuoi succhi nel frigorifero.

Se non hai i contenitori sottovuoto potrai versare il succo ottenuto con l’estrattore di succo a freddo in delle bottigliette di vetro e chiuderle con dei tappi per sottovuoto (simili a quelli in plastica che si usano per lo spumante) dotati di valvola per l’estrazione dell’aria. Questa soluzione è più semplice ma soprattutto più economica e ti permetterà di conservare tutta la freschezza dei succhi, inoltre una volta estratto il tappo è facile da bere ovunque, in casa e fuori casa.

Soluzioni alternative

Non tutti però hanno una sigillatrice e non intendono acquistarla. Non preoccuparti perchè ci sono delle soluzioni anche per te! Puoi utilizzare dei metodi più casalinghi, ad esempio aggiungere al succo di frutta alcune gocce di limone, come si fa con la macedonia. Il limone contiene acido ascorbico (vitamina C) che riesce a rallentare il processo di ossidazione.

Se non ti piace il sapore del limone puoi utilizzare un altro metodo: estrai il succo e versalo in un contenitore di vetro a chiusura ermetica, dopodichè rivestilo subito con della carta di alluminio per evitare che entri a contatto con la luce. Naturalmente in entrambi i casi devi riporli in frigorifero.

Ricorda che la velocità di deterioramento dipende dalle sostanze nutritive presenti nel succo, perchè ci sono alcuni più sensibili all’ossigeno, altri al calore, altri alla luce e soprattutto fai attenzione a sciacquare bene i contenitori onde evitare la presenza di residui di detergenti.

Quanto tempo si possono conservare gli estratti di frutta in frigorifero?

L’ideale sarebbe consumare i succhi freschi subito dopo averli preparati, ma se proprio non è possibile, si consiglia di  conservarli in frigorifero e consumarli entro 24 – 48 ore per evitare i processi di ossidazione ( perdita dei principi nutritivi contenuti naturalmente nella frutta e nella verdura ).

Come conservare i succhi freschi
Vota